M5S_simbolo(1)Il M5S è una forza politica relativamente di recente costituzione (la sua fondazione risale all’ottobre 2009) che si rifà alle idee di Beppe Grillo e dell’altro suo fondatore, Gianroberto Casaleggio.
 L’idea fondante del movimento era che oramai fosse giunta l’ora, dopo decenni di governo inefficente e clientelare da parte delle amministrazioni locali,  che il cittadino potesse  prendere in mano il proprio destino attraverso la creazione di liste civiche  per una gestione onesta e trasparente del proprio Comune, la propria Regione, il proprio Paese, con l’apporto creativo ed attivo di ognuno.

Le 5 stelle rappresentarono da subito quei settori in cui la politica aveva maggiormente latitato nei decenni precedenti: l’ambiente, l’acqua, lo sviluppo, la connettività e i trasporti.
Tale idea cominciò ad assumere una certa concretezza dopo lo svolgimento del cosiddetto V-Day, un’iniziativa di cui Beppe Grillo era patrocinatore e protagonista e che si svolse l’8 settembre 2007, data storica per il Movimento. Domenica 8 Marzo 2009, invece,  i rappresentanti italiani ed esteri dei meetup – MoVimento 5 stelle,   semplici cittadini che da  alcuni anni già si stavano attivando nei propri Comuni di residenza,  si ritrovarono a Firenze per scambiarsi idee e proposte. Alla fine del raduno venne approvata la Carta di Firenze, costituita di dodici punti comuni per un futuro “Nuovo Rinascimento”.
 Le esperienze maturate dalle liste civiche portarono nel giro di breve tempo alla creazione di una forza politica vera e propria che si presentò prima alle elezioni regionali e amministrative fino a giungere, in questo suo rapido e inesorabile percorso, a conquistare diversi seggi al Parlamento della Repubblica Italiana nel febbraio del 2013, come la maggiore rivelazione politica degli ultimi decenni, un vero terremoto che sconvolse tutti i precedenti assetti dello scenario politico italiano.

Attualmente, nel febbraio del 2016, il M5S si presenta come la seconda forza politica italiana, che aspira a raggiungere il massimo dei consensi nel 2018 per andare a governare, dopo pochi anni dalla sua costituzione, il Paese. Nel frattempo continua la sua scalata attraverso la costante presenza quotidiana su tutto il territorio, dai piccoli Comuni sino alle più grandi Regioni, perché l’anima di questa travolgente forza popolare sta in ogni singola e inscindibile componente della sua azione: il cittadino.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*