Sopralluogo al Mercato di via Quirra.

Ieri mattina abbiamo fatto un nuovo sopralluogo, con i membri della Commissione Attività Produttive del Comune, questa volta al mercato di via Quirra.
Diverse le problematiche riscontrate. Anzitutto le bancarelle all’esterno della struttura, a quanto pare, sarebbero per un buon 50% abusive. Quelle non abusive dovrebbero pagare la quota del suolo pubblico, ma anche in questo caso diversi esercenti non sarebbero in regola; pertanto il dirigente del servizio del Comune ha previsto, a tal fine, un piano di rientro, a cui seguirà una ingiunzione di pagamento, pena la revoca delle concessioni a detta degli stessi commercianti.
Gli esercenti giustamente lamentano la presenza dei diversi ambulanti abusivi, per i quali non esisterebbe praticamente nessun controllo costante da parte delle autorità.

A breve distanza da via Quirra, peraltro, vi è un altro mercato, quello di piazza Medaglia Miracolosa, a quanto pare sorto in maniera un po’ casuale e improvvisata; anche in questo contesto pare sia preponderante la presenza di venditori abusivi, in cui nessuno pagherebbe il suolo pubblico.

Anche la struttura del mercato (via Quirra) è assai carente: la scala mobile non funziona da almeno due mesi, si dice che la riparazione sia molto costosa e pare si stia pensando a una sua sostituzione con un tapis rulant. L’ingresso posteriore, quello a cui si accede dai parcheggi, è chiuso da tempo in quanto la serranda è guasta e nessuno si preoccupa di ripararla. La Presidente della Commissione Attività Produttive ha preso pertanto l’impegno di sollecitare l’invio di operai del Comune per risolvere almeno questo problema.

I bagni sono spesso impraticabili, senza porte e regolarmente utilizzati da giovani tossicodipendenti, di cui sono ormai diventati un punto di ritrovo. Noi stessi, durante il sopralluogo, siamo stati testimoni di questa attività.
Un altro problema strutturale è quello delle fogne, che emettono spesso un cattivo odore; in base al vento il più delle volte viene fuori un odore sgradevole dalle tubazioni. I bagni del piano superiore perdono acqua dai tubi, che è stata allora convogliata in una sorta di contenitore con un raccordo, che scarica la perdita di acqua in terra, sul pavimento del piano sottostante …
Da ciò che è emerso sarebbe anche presente una colonia di topi, motivo per cui si dovrebbe chiedere una urgente derattizzazione alla Provincia.

Per gli impianti elettrici, non a norma, sono stati stanziati 750 mila euro, i lavori dovrebbero iniziare a breve.

La maggiore lamentela da parte degli addetti ai lavori, gli esercenti della struttura, riguarda la mancanza di controlli da parte delle istituzioni: abusivismo, igiene, illegalità (per lo più tossicodipendenza), anarchia negli orari di apertura degli esercizi etc. Mancherebbe una reale gestione del mercato, non esistendo una direzione che lo faccia funzionare al meglio.

Quello che la politica tradizionale (rappresentata dai partiti) non ha ancora capito è che laddove sussistono i problemi reali, quotidiani, della gente comune, ovvero della maggior parte della popolazione, si annida il malcontento e la voglia di cambiamento. Da quel malcontento nasce la ‘rivoluzione’ che sta facendo soffiare un nuovo vento di trasformazione politica in tutta Europa e anche oltreoceano, come ci hanno mostrato gli ultimi eventi su scala mondiale. La politica tradizionale, in particolare la sinistra e il partito di governo che la rappresenta, si è dimenticata dei più deboli, dei poveri, della gente che non riesce più a garantire una vita dignitosa alle proprie famiglie. Il M5S è per ridare dignità a tutti i cittadini , a partire dalle fasce di popolazione più svantaggiate. #cagliari5stelle15016239_1133790023335242_7322138347954174574_o14991247_1133790073335237_5966734766189089555_o


About Antonietta Martinez 29 Articoli
Spero in un futuro migliore