Amministrative, in Sardegna si vota il 26 e 27 maggio

Elezioni

In Sardegna si voterà per le elezioni comunali 2013 nei giorni 26 e 27 maggio. La data è stata fissata dalla Giunta regionale e permetterà l’elezione diretta dei sindaci e dei consigli comunali degli Enti locali che devono provvedere al rinnovo dei propri organi di governo, per scadenza naturale o per altri differenti legati alla loro decadenza. La Giunta ha fissato, inoltre, per il 9 e 10 giugno la data per l’eventuale turno di ballottaggio, nei comuni con oltre 15 mila abitanti di Assemini e Iglesias, gli unici due dove è previsto.

Le urne si apriranno in 36 Comuni: otto in provincia di Cagliari (Assemini, Decimomannu, Donori, Maracalagonis, Ortacesus, Senorbì, Teulada, Villaspeciosa); due a Carbonia-Iglesias (Fluminimaggiore e Iglesias); due nel Medio Campidano (Collinas e Furtei); dieci in provincia di Oristano (Ales, Boroneddu, Cabras, Modolo, Narbolia, Nugheddu S.Vittoria, Pompu, Simala, Tadasuni, Villaverde); sei in quella di Nuoro (Galtellì, Irgoli, Macomer, Meana Sardo, Sarule, Sindia); due in Ogliastra (Jerzu e Seui); tre a Sassari (Cheremule, Putifigari, Sedini); e tre in quella di Olbia-Tempio (Aglientu, Budoni, Palau).

Fonte: Sardiniapost


7 Comments

  1. grillo in campagna elettorale e’ stato chiaro. ora e’ coerente. probabilmente il 10% che ha votato m5s non lo e’. i nostri rappresentanti in parlamento non devono dimenticare che devono rappresentare la linea di grillo, perche’ e’ quella che applaudivano. ora devono tirare fuori gli attributi… non per andare contro la linea di grillo ma per continuare a sostenerlo!

  2. Sono profondamente deluso dall’atteggiamento egoistico-egocentrico dimostrato dal M5S nei primi giorni di legislatura. L’impressione che ho avuto è quella di un partito (sottolineo partito) pronto a voltare le spalle ai problemi urgenti del Paese per avere dei vantaggi alle prossime elezioni. Ho votato Grillo e non Ingroia pensando ad un voto più utile ma mi sono sbagliato. La preclusione al dialogo è quanto di più antidemocratico si possa vedere. Cercare la collaborazione di tutti quando si è sindaci ma negarla, a priori, agli altri, ignorando le buone intenzioni, è da persone poco serie. Peccato!

    • Franco la tua delusione è però da ricollegare a delle aspettative che probabilmente ti sei creato a titolo personale. La correttezza di tutto il Movimento è anche nel rispetto delle regole e si sapeva che non ci sarebbero stati accordi di nessun tipo come da art.4 del non-statuto. Oltretutto hai visto bene come la campagna elettorale ci ha visto oggetto di attacchi, delegittimazioni ed insulti di tutti i tipi….
      Non era forse Bersani che forte dei sondaggi diceva peste e corna su Grillo, o Letta che invitava gli incerti a preferire Berlusconi piuttosto che il 5 Stelle…
      Sono andati a sbattere contro un muro quando erano così pieni di convinzione e che avrebbero vinto a mani basse. Così tronfi e presuntuosi che all’ultimo comizio (dei pochi che hanno fatto peraltro) hanno avuto il coraggio di dare spazio a Prodi perchè si facesse trampolino per la carica di Presidente. Prodi ! Da far rizzare i peli sulle braccia tanto è incredibile a proposta !! E noi avremo dovuto tradire le poche regole che abbiamo per fare accordi con queste persone ? Questa finta opposizione che è stata capace di firmare per l’IMU pochi mesi fa così come per tutte le ultime porcate del Tutor Monti ? O che ancora fa accordi sottobanco per salvare la Casta http://www.beppegrillo.it/2013/03/400000_euro_nel_cesso/index.html ?
      Non siamo un partito politico e non lo vogliamo diventare. Le regole ed il nostro atteggiamento erano noti da sempre, prima ancora della campagna elettorale e nel rispetto delle regole e degli elettori il M5S è stato l’unico a non cambiare linea.
      Proprio oggi troverai un resoconto di Vito Crimi portavoce al Senato che spiega ancora una volta quello che pensiamo.
      Io credo sia la posizione più onesta e sincera da tenere per il bene del Paese, e che non deve essere analizzata in settimane.
      Un saluto

      • La posizione del Movimento 5 stelle è coerente ed innovativa. Credo che il tentativo maldestro, celato con le solite frasi da un “SISTEMA” in affanno che si nasconde dietro la presunta “irresponsabilità del movimento “, sia giunto al termine. Ricordiamo le bicamerali, le commissioni ,le sottocommissioni che si sono succedute in anni di menefreghismo , sotterfugi, inciuci e soprattutto di perdite di tempo per autoperpetuare un sistema politico ormai lontano dal paese reale.
        La realtà è una sola: PD superbo ed illuso della sua vittoria con scarsa propensione se non nulla al ricambio generazionale e senza idee innovative (primarie finte)
        Il Pdl allo sfascio che recupera grazie a Berlusconi che, tutto si può dire, ma è un gran piazzista (IMU… sembravamo a media shopping) con candidati dettati da Arcore molti, impresentabili. Il Pdl non ha ricambio perchè non ha mai avuto uomini all’altezza
        Non parliamo di Monti…
        Queste elezioni hanno avuto solo il pregio di far scomparire (speriamo per sempre) il 40% circa della nomenklatura della “seconda repubblica”
        Io credo che adesso tocchi all’ altro 60% che verrà cannibalizzato dalla stessa base del PD e dagli uomini di buona volontà del PDL.
        Credo che, come ha detto Grillo, non ci siano le condizioni di governare in questo momento, ma bisogna cambiare quello schifo di porcellum.
        Ricordo Fassino che diceva che se Grillo aveva qualcosa da proporre doveva farsi un partito
        Ora Grillo è diventato il carnefice dei suoi creatori quelli che hanno votato a maggioranza assoluta il mantenimento dei loro privilegi.
        Masaniello per fortuna è storia ma per alcuni è una vera e propria nostalgia e stanno tentando di riproporlo.
        Il Movimento 5 stelle detta le regole ed è un passo avanti rispetto agli altri.
        Cerchiamo di rimanere uniti e non aver paura del futuro perchè il Paese ha necessità di vedere un movimento unito.
        Nervi saldi e vedrete che la luce si vedrà in fondo al tunnel

      • perfettamente d’accordo. le piazze hanno potuto ascoltare… ora se sono delusi se la prendano con se stessi per la scarsa capacita’ a capire qualcosa di molto chiaro…

    • bhe! direi che almeno è coerente con ciò che diceva prima delle elezioni! non parlerà mai con questi giurassici!!!!!! basta a casa

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*