Fiducia? What’s fiducia?

“Quindi improvvisamene gli attivisti del M5S si sarebbero bevuti il cervello. Tutti insieme. Dopo avere combattuto per anni il Pdl e il Pd-L, dopo avere mandato “affa” tutto e tutti, improvvisamente sarebbero tutti per votare la fiducia a Bersani & Co. Lo stesso Pd che ci ha regalato la tassa da 4 miliardi servita a pagare i conti di MPS, che non ha mai fatto la legge sul conflitto di interessi, che va a chiudere la campagna elettorale a Berlino. Lo stesso PD che copia le parlamentarie di Grillo ma riserva i posti chiave per le solite Bindi & Co. Lo stesso Pd di Violante, quello di “abbiamo una banca“. Quel PD lì. E questi duri e puri del M5S, arrivati in Parlamento al ritmo di “vi apriremo come una scatoletta di tonno“, al primo canto delle sirene di gente corresponsabile di tutto questo sfascio, si metterebbero a invocare l’accordo, addirittura la fiducia, come un qualsiasi partitucolo da prima repubblica? Ma lo sanno questi signori che, se votano la fiducia, si rendono corresponsabili di tutto quello che farà dal giorno dopo il Governo di Bersani & soci? Lo sanno che questi sono vecchi squali della politica, controllano i ministeri e conoscono tutti i trucchi possibili per fare tutto l’ostruzionismo di questo mondo, per cui, conoscendo la tattica della melina meglio di chiunque altro, avendola praticata per intere legislature, prometteranno per l’ennesima volta di tagliarsi gli stipendi, di togliere i rimborsi e tutto il resto, ma poi troveranno tutte le scuse per ritardare fino ad arenare ogni progetto di legge del M5S, mentre cercheranno di far passare nuove ignominie ai danni del popolo italiano, e queste ignominie ricadranno sulla testa del M5S? Forse i titoloni dei giornali, quelli che parlano di base spaccata basandosi su qualche commento su un blog e su una petizione in rete (gli stessi giornalisti che non sanno distinguere “Twitter” da “Tweet“, ripetendo grottescamente “ho letto un twitter di tizio e caio” ad ogni ospitata televisiva) sono solo l’ennesima strumentalizzazione giornalistica orchestrata dalla vecchia politica. Forse questa Viola Tesi che all’improvviso spunta fuori dal nulla, con una petizione pro fiducia (pro Pd) in rete, guarda caso su un sito che nulla ha a che fare con il M5S, raccogliendo magicamente decine di migliaia di firme, non è esattamente espressione della base del Movimento. Potrebbe mai esserlo una che fino a un paio di mesi fa almeno militava convintamente nella base del Partito Pirata? Lo stesso partito pirata che deve vedersela con quel Marco Marsili che proprio durante le scorse elezioni, sbugiardato da Anonymous o chi per essi, cospirava contro il M5S cercando di distruggerlo? Ed ecco, cliccando qui, una delle tante conversazioni che provano la sua partecipazione attiva nella base del Partito Pirata. Può una attivista convinta di un altro movimento, a uno o due mesi dalle elezioni, diventare come per magia espressione della base del M5S ed essere rilanciata, in primis da Repubblica, il giornale della tessera numero uno del PD (De Benedetti), con la sua petizione pro Pd (adesso capite la ragione delle regole sulle candidature di Grillo)? E le 75mila firme raccolte, come per magia, in meno di 48 ore, sono della base del M5S? Cosa dà cotanta sicumera ai signori giornalisti che fanno i titoli? Fanno le pulci a una che non conosce il numero esatto dei senatori della Repubblica, e poi sparano titoli così palesemente scollegati dai fatti? Già, perché è evidente che se una di un altro partito viene spacciata per una rappresentante della base del M5S solo perché pubblica una lettera su un sito qualunque, con la stessa nonchalance si possono far votare decine di migliaia di militanti di un qualunque altro partito sotto a una petizione qualsiasi e poi spacciare le firme come la prova evidente che la base del M5S (o quella dell’ultimo partito della Nuova Guinea) è compatta contro il suo leader. E si può perfino arrivare a colonizzare un intero blog, con iscrizioni mirate dell’ultima ora. Tant’è vero che alcuni, tra i firmatari, non si fanno neppure scrupolo di mascherare il fatto non solo di non essere appartenenti alla base del Movimento Cinque Stelle, ma neppure di essere espressione di quegli 8 milioni e mezzo di italiani che hanno condiviso e votato le proposte di Grillo.
Cari “grillini” (a me questo termine potete passarlo): voi siete arrivati adesso con le valigie di cartone, ma questi conoscono l’arte di mettervelo in quel posto meglio di chiunque altro, avendo una lunga scuola alle spalle. Cercate di non farvi fregare e rimettete, con lucidità, ogni tassello al suo posto. Voi, per la vostra storia e per la natura radicale delle vostre rivendicazioni, che sono quelle che gli italiani vi hanno chiesto esplicitamente di portare avanti, non potete votare la fiducia a un partito che si è reso corresponsabile dello stato in cui versa questo Paese. Tutt’al più, se proprio Pd e Pd-L ci tengono alla governabilità, possono sempre votare, loro, la fiducia al primo Governo targato MoVimento 5 Stelle.Claudio Messora

Fonte: Blog di Beppe Grillo del 28 febbraio 2013


21 Comments

  1. E’ iniziato il tiro incrociato da destra, sinistra, sopra e sotto: qualsiasi cosa faccia il movimento 5 stelle perderà consensi, se non si vota la fiducia lo si accusa di non garantire governabilità, ma se alcuni senatori siciliani votano il meno peggio Grasso in senso di ballottaggio allora apriti cielo, costratti ad assumersi le loro responsabilità rendendosi disponibili alle dimissioni perchè avevano assicurato gli elettori della loro regione che mai e poi mai sarebbero tornati in Sicilia, senza aver scongiurato l’ipotesi di una presidenza Schifani.
    Chi si sta pentendo del voto a 5 stelle avrebbe preferito certi rappresentanti delle logiche di schieramento allora, come Franceschini e Finocchiaro presidenti di camera e senato, forse?

  2. Ma allora che siano quelli del Movimento a trovare una formula, l’importante è che non si sprechi un’occasione imperdibile, quella di fare un cambiamento , l’importante è non trincerarsi dietro i no, acccordi con nessuno e vaffa a tutti, compresi i milioni di elettori che hanno votato i 5 stelle, non concludendo niente. Del resto- se mi sbaglio qualcuno mi corregga- il movimento ha preso il 25% non il 100% per cui, senza inciuci o scambi di poltrona, il confronto con le altre forze politiche che hanno ricevuto comunque voti, va fatto o no. Fare comunque un passo per uscire dallo stallo. L’Italia è nella merda, se adesso non si fa nessun governo ma dove si va a finire? Intanto che si formi un governo che si inizi ad attuare il cambiamento, poi alle prossime elezioni, se quelli del movimento hanno mostrato di essere capaci anche a costruire e non solo a dire vaffa a tutti e hanno costretto anche i parlamentari degli altri partiti di fronte alle loro responsabilità, prenderanno magari non solo il 25% ma il 50% opiù e allora le regole le detteranno veramente tutte loro! L’Italia lo sta chiedendo al Movimento, non mandate tutto all’aria, trovate voi la formula a questo punto, dato che non vi sta bene ciò che propongono gli altri e allora PROPONETE VOI CAVOLI!!! P.S. e basta con tutte ste teorie dei complotti, se no qui si critica tantoBerlusconi, ma questi discorsi non li sento sempre anche da lui?…..

    • “Del resto- se mi sbaglio qualcuno mi corregga- il movimento ha preso il 25% non il 100% per cui, senza inciuci o scambi di poltrona, il confronto con le altre forze politiche che hanno ricevuto comunque voti, va fatto o no.”
      No, appunto.
      I Professionisti del mercato delle Vacche sono loro e hanno praticato l’inciucismo per decenni.
      E’ addirittura indecoroso lo spettacolo di chi dopo decenni di saccheggio abbia la pretesa di scaricare sugli ultimi arrivati la responsabilità dello sfacelo.
      Dall’intervento mi pare però che la corazzata Potëmkin al servizio dell’Apparato trovi ancora terreno fertile.
      Spegnete la TV e ragionale con la vostra testa.
      Non avrete creduto che in 15 giorni si sarebbero rimesse a posto le sorti della Nazione? Ci vuole tempo e se fosse necessario una spallata definitiva.
      Vederli avvitarsi sulle loro bugie è uno spettacolo che non ha prezzo.
      La loro preoccupazione vera?
      Eccola: http://www.ilgiornale.it/news/interni/e-se-copasir-andasse-ai-grillini-c-gi-chi-trema-895874.html il LORO SCOPO continua ad essere troppo distante dal Benessere dei Cittadini, ma sempre troppo aderente ai LORO AFFARI.

      • Fatto sta che quello che penso io lo pensano tantissime persone e sto sentendo tante persone che hanno votato il 5 stelle che sono deluse per questo atteggiamento che in sostanza non porta da nessuna parte e il paese è allo sfascio e non può permettersi di perdere altro tempo. Il Movimento 5 stelle poteva andare al governo e lottare in prima persona da dentro il governo per cambiare le cose, invece si sta rifiutando di fare qualunque cosa e la gente comune è delusissima, aprite gli occhi, parlate tanto di difendere i cittadini, ma come li volete difendere, rifiutandovi di governare?

        • Ma perché, lei è convinta che questi Volponi lascerebbero spazio per governare come desiderano i cittadini?
          In realtà dobbiamo cercare di far aprire gli occhi alle persone sulla forza dell’Istituto Luce che come quello degli anni ’30 racconta le cose che sono Funzionali al Regime.
          Se davvero volete il cambiamento, cominciate ad informarvi e scoprirete che un Renzi che dichiara di essere favorevole all’Abolizione del Finanziamento Pubblico lo DICE in TV, ma si guarda bene dal presentare una Legge di UNA RIGA e sottoporla al VOTO DEL PARLAMENTO che potrebbe Passarla anche con il Governo Monti (attualmente ancora in carica).
          Certo, se ci si attende la bacchetta magica, ebbene sappiate che mercoledì i problemi dell’Italia non saranno ancora riusciti a risolverli.

          • Io le dico solo che il Movimento 5 stelle deve trovare una formula per cercare di governare, aimè magari assieme ad altri visto che ha raggiunto solo il 25% dei voti perchè la realtà è che l’Italia è messa male, troppo male e non è il momento per sottilizzare troppo. Certo la classe politica è corrotta, ma con i parlamentari dei 5 stelle che adesso sono in parlamento, staranno molto ben attenti ai passi che faranno. Purtroppo la situazione attuale è troppo grave perchè si resti in stallo. Solo oggi ho parlato con altre due persone che hanno votato i 5 stelle, pur non essendo attivisti, e pensano ciò che penso io e hanno detto di essersi pentiti del voto. La realtà è questa, aprite gli occhi!

  3. Bersani vuole grillo. Grillo non vuole Bersani. Berlusconi vuole Grillo. Grillo non vuole Berlusconi. Monti vuole Bersani. Vendola non vuole Monti. E BASTAAAAA!!!!!
    GRILLOOOO, piantala anche tu! Senti quantomeno ALFANO! Avete lo stesso programma. Le piccole differenze si limano, al diavolo le ideologie! Bersani tanto è con Monti, sarebbero ancora TASSE!
    Cosa vuoi fare, tornare al voto?

  4. Offrire la fiducia ad un eventuale governo PD e/PdL significa prestare il fianco ad un sistema elettorale creato ad hoc dalle coalizioni che ad ogni legislatura si alternano (volontariamente) al potere legislativo.
    La funzione propria del c.d. porcellum è quella di assicurare un appoggio all’esecutivo senza ingerenze esterne provenienti da forze politiche diverse da quelle predominanti. Lo scopo del gioco è quello di avvicendarsi una legislatura dopo l’altra, la regola è che non possono parteciparvi più di due giocatori.
    Il fatto di avere una maggioranza zoppa, causata dai risultati M5S alle urne, complica l’applicazione di un meccanismo ormai collaudato che permette di sostituire numericamente alcuni titolari di poltrone in parlamento, una volta a favore di uno, una volta a favore dell’altro, creando quella fittizia maggioranza che supporta un esecutivo destinato a soccombere a favore di uno successivo, ma di diverso “colore”, a rotazione . Questo sistema viene adottato con successo, quindi la modifica della legge elettorale non è mai stata realmente una priorità. Non è voluta neanche ora, la mancanza di governabilità verrà imputata all’ostruzionismo parlamentare di M5S, verranno indette nuove elezioni nella convinzione che gli elettori questa volta torneranno sui loro passi, alle finzioni politiche. Sperando nella ciclica alternanza della falsa democrazia si presenteranno ancora, spetterà a noi dire basta. Abbiamo fatto tanto, non abbastanza. La forza nostra sarà quella di assumere una posizione ferma in parlamento. Bersani ha detto che si presenterà come eventuale Presidente del Consiglio dei Ministri con sei o sette punti. Forse i punti dovrebbero essere alcuni in più? Come la pensate? Per ora chiediamo ai “grillini” di mettere anche loro i puntini, ma sulle i, se siamo l’ago della bilancia allora pungiamo.
    Marco Giorgi

  5. Rimaniamo assolutamente fermi sulle nostre posizioni….Se avessero veramente capito cosa vogliono gli Italiani ( e non solo ii Grillini)capirebbero che la fiducia andrebbe subito data a chi realmente queste elezioni le ha vinte ovvero al movimento!!!
    Ciò che il movimento vuol programmaticamente portare avanti è nell’interesse di tutti ed è ad esso ed ai suoi rappresentanti che va data la fiducia e la possibilità di governare. Sto sentendo cose allucinanti in Tv e tra la genete….
    Dando la fiducia a PD p PDL si perderebbe una buona occasione per rompere con il passato….vedrete che saranno costretti ad accettare perchè per la vecchia classe politica tornare alle urne è decisamente peggio che per noi!!
    La vecchia politica ed una parte della popolazione italiana anche se giovane di età (chi scrive certe cose o anche solo le pensa o è privo di coraggio o pensa che gli altri siano scemi) non ha il coraggio di dire e fare ciò che pensa nella convinzione che qualcosa di nuovo e giovane non possa governare.
    Nessuna fiducia a nessuno….date fiducia a noi che siamo l’unica speranza di questo paese…..

  6. Siamo diventati il primo partito e senza coalizioni.Ora ci dobbiamo calare le braghe a chi ha rubato fino ad oggi? Che ci ha rovinato la nostra vita in tutti questi anni?Gli stranieri li hanno fatti entrare non per aver più manodopera ma per aver più introiti contributivi inps e tasse senza pensare che avrebbero tolto il lavoro a noi mettendoci alla fame. Cosa abbiamo guadagnato con loro? Loro sono diventati impresari a prezzi stracciati e noi a casa……ma loro con quei quattro soldi che incassano qui in Italia al loro paese ci sguazzano e non pensate che pagano tutto quello che devono pagare……NIENTE ACCORDI CON NESSUNO IO SONO DISOCCUPATO DA TRE ANNI E SONO ALLA FAME VERA….BEPPE SVEGIATI!!!!!!!

  7. Ciao a tutti. Per quanto mi riguarda sono del parere che il M5S non si debba alleare con nessuno, ma vengano eventualmente appoggiate le proposte che siano coerenti col programma del movimento. Non abbassiamo la guardia, siamo solo all’inizio e vogliono già comprarci. Teniamo duro!!!

  8. Nulla da eccepire, condivido l’analisi. Il mostro sta tentando di metabolizzare e rendere “innocuo” il Movimento

  9. Il M5Stelle non deve lasciarsi tentare. Stanno contattando ad uno ad uno i senatori del Movimento. Beppe riportali alla linea tracciata già da noi tutti. Si stanno preparando a fregare il Movimento. Perché se ci si accorda il Movimento inizia la sua agonia.

  10. Sacrosanta verità, rilancio un nostro governo o al massimo fiducia condizionata all’approvazione prioritaria di questi punti CHE NON RICHIEDONO GRANDI DISCUSSIONI: 1)Riduzione a due mandati per i parlamentari e per qualunque altra carica pubblica; 2) Eliminazione di ogni privilegio particolare per i parlamentari, tra questi il diritto alla pensione dopo due anni e mezzo; 3)NON ELEGGIBILITA DEI CITTADINI A CARICHE PUBBLICHE SE CONDANNATI; 4) Abolizione delle Authority e contemporanea introduzione di una vera class action; 5) Cittadinanza digitale per nascita, accesso alla rete gratuito per ogni cittadino italiano 6)Tutti i punti del programma sulle frequenze; 7) TUTTI I PUNTI SUL TETTO DEGLI STIPENDI; 8) Tutti i punti sull’allineamento delle tariffe; 9) CONFLITTO DI INTERESSE 10) Disincentivi alle aziende che generano un danno sociale(es.distributori di acqua in bottiglia). 11) Separare le carriere dei medici pubblici e privati, non consentire a un medico che lavora in strutture pubbliche di Operare nel privato 12) Abolizione della legge Gelmini. Naturalmente anche tutti gli altri punti del programma si potrebbero inserire. Basilare poi ritengo la LEGGE ELETTORALE che ci porta sicuramente al governo alla prossima tornata.

  11. Questo è solo l’inizio . Il M5S fa paura a molti e non solo dentro i confini Italiani . C’è da aspettarsi attacchi anche più subdoli , ma sono convinto che ormai per “loro” non c’è più scampo .

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*