L’A5S ancora a sostegno del Parco

Giampiero Pinna, Presidente delle Associazioni della Consulta per il Parco Geominerario, ha pubblicamente riconosciuto, in occasione della conferenza stampa indetta giovedì 27 Settembre per celebrare il primo anniversario dell’installazione del presidio in via Oslavia a Cagliari, il ruolo importante della nostra Associazione e del M5S nel sostegno all’iniziativa, laddove la maggior parte del mondo politico e dei partiti ha fato finta di non vedere e non sentire. Antonio Massoni, dell’A5S Cagliari e a nome del M5S, ha così ribadito il sostegno alla lotta per l’attuazione delle norme che hanno istituito il Parco Geominerario del Sulcis-Iglesiente. Sono passati quasi 15 anni dalla sua istituzione e  l’inattività e l’incompetenza di una classe politica, più attenta allo sperpero dei soldi pubblici e la creazione di cattedrali nel deserto, ancora una volta rischia di far perdere alla nostra regione un’occasione quasi irripetibile, ovvero quella di far decollare una volta per tutte il Parco Geominerario della Sardegna. Tanto tempo sprecato e una montagna di soldi pubblici finiti chissà dove. Tanti soldi. Quasi 500 milioni di euro. Con molto meno della metà (200milioni) – e con cinque anni di tempo-  in Francia (ed esattamente a Lens) verrà inaugurato  il “Louvre Lens”. L’Unesco ha più volte sollecitato la Regione affinchè intervenisse a salvaguardare e a mettere a disposizione del mondo intero un patrimonio inestimabile, mentre la nostra classe politica è intenta a fare altro…

Testo di Dafni Ruscetta e Roberto De Santis


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*