News dal Geoparco – COMUNICATO ALLA STAMPA E AI CITTADINI

La Consulta delle Associazioni del Parco Geominerario esprime viva soddisfazione per l’inserimento del Parco Geominerario tra le priorità nel documento di lavoro sulla “Vertenza Stato – Regione sottoscritto ieri tra la Regione Sarda e le OO.SS. regionali di CGIL, CISL, UIL e UGL.

Nel documento, infatti, nell’esaminare gli “aspetti essenziali del nuovo modello di sviluppo” e le “misure per contrastare la crisi e rilanciare lo sviluppo” si legge testualmente:

“In tale contesto, il tema della valorizzazione, anche turistica, dei parchi naturali nazionali e regionali rappresenta una opzione irrinunciabile del nuovo modello di sviluppo. Una particolare attenzione, a tal fine, assume l’esigenza della riforma e del funzionamento del Geoparco minerario storico e ambientale della Sardegna che rappresenta l’esemplificazione concreta dell’indirizzo strategico di valorizzazione del patrimonio storico-culturale-ambientale della regione. La Giunta regionale licenzierà rapidamente il progetto di riforma dello Statuto del Parco, già predisposto e condiviso dalla Comunità del Parco, da quella scientifica e dalla Consulta delle associazioni, per la successiva ratifica con decreto ministeriale che consentirà sia di rendere operativi gli organi consultivi e gestionali sia di varare il nuovo Regolamento di disciplina delle tutele e delle attività del Parco. Tale intervento, di straordinaria importanza in se stesso, si può, altresì, collocare nell’ambito delle attività di bonifica, di recupero ambientale e di riconversione produttiva dei siti industriali dismessi, perché ne è ad un tempo esemplificazione e strumento/volano d’attuazione.”

Si tratta di un grande passo in avanti verso la riforma e il rilancio del Parco Geominerario conseguito grazie alla volontà delle OO.SS. regionali CGIL-CISL-UIL che hanno chiesto e ottenuto questa scelta dalla Giunta Regionale onorando in tal modo con coerenza l’impegno assunto con la Consulta delle Associazioni nell’incontro tenutosi il 27 luglio 2011 che si concluse con la firma di un comunicato congiunto a sostegno del Parco Geominerario della Sardegna.

Questo importante risultato si aggiunge al parere del Ministero dell’Ambiente che nei giorni scorsi si è espresso a favore della scelta del Tavolo Tecnico Ristretto sostenuta con determinazione dalla Consulta delle Associazioni contro i rappresentanti della ex Provincia di Carbonia Iglesias che volevano frantumare il Parco con la cancellazione del suo contesto territoriale stravolgendo la sua logica originaria e le sue stesse finalità.

Si sono create in tal modo le condizioni più favorevoli e condivise per giungere rapidamente, come previsto nello stesso documento sottoscritto ieri, all’approvazione da parte della Giunta Regionale della proposta di riforma già concordata nella riunione degli Stati Generali del Parco del 25 gennaio u.s. che dovrà essere inviata al Ministero dell’Ambiente per la sottoscrizione dell’intesa con la quale si potrà dare finalmente avvio al rilancio del Parco Geominerario per il quale si sta battendo la Consulta delle Associazioni con il presidio di Villa Devoto, in Via Oslavia a Cagliari, iniziato all’alba del 27 settembre 2011 e mantenuto ininterrottamente per 225 giorni.

Per la Segreteria
Il Coordinatore
Giampiero Pinna
Iglesias, 8 maggio 2012


About Andrea Vallascas 10 Articoli
attivista movimento 5 stelle

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*