La forza dei piccoli numeri.

La possibilità di poter cambiare un sistema ingiusto e che non ci piace deve necessariamente passare oltre la rassegnazione di chi è convinto che le cose debbano essere sempre così e che ci si possa adeguare ad un meccanismo di lottizzazione e servilismo. L’importanza dell’esempio di comuni cittadini che lottano per questo cambiamento partendo dal basso può servire per alimentare una speranza condivisa. Questo che evidenziamo è l’esempio e la testimonianza dei ragazzi del MoVimento 5 Stelle Reggio Emilia che si sono battuti e sono riusciti ad far approvare la mozione relativa alla risoluzione del doppio incarico ricoperto da un amministratore locale nonchè consigliere regionale.

Consigliere regionale e vicepresidente di IREN. SI chiama Luigi Giuseppe Villani, è del PDL, guadagna più di Obama. Il Comune di Reggio ha l’8% delle azioni di IREN, e per questo ha deciso, votando una nostra mozione, di invitare Villani a scegliere quale incarico ricoprire. Contrario PDL, astenuta la Lega. Ora la palla passa al Consiglio di Amministrazione di IREN.
100.000 euro circa come consigliere regionale, 130.000 euro come vicepresidente IREN: stipendi enormi e ruoli in teoria impegnativi da ricoprire. Al voto favorevole si è arrivati attraverso una discussione lunghissima, in cui sono stati presentati numerosi documenti.
L’intervento più divertente quello del capogruppo del PDL Liborio Cataliotti. Racconta di aver incontrato Villani in un summit a Reggio, e di avergli chiesto se la sua doppia posizione, di esponente politico e di amministratore di una società in teoria targata PD, avrebbe condizionato il comportamento politico del PDL. La risposta di Villani è stata assolutamente no, nessun riflesso!
Come non capirlo, in fondo con un compenso del genere…il resto si vedrà!

Scritto il 31 gennaio 2011 da Matteo Olivieri


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*